Studi di musica “virgiliana” del '900

Locandina-VirgiliSabato 19 gennaio 2019 l’Associazione dei Veneti ha organizzato una conferenze su Luciano Virgili dal titolo Studi di musica “virgiliana” del ‘900. Cantante livornese (1922-1986), formatosi studiando canto lirico,Virgili seppe mettere a frutto le sue eccezionali doti vocali baritonali divenendo negli anni ’50 - assieme a Carlo Buti, Luciano Tajoli, 

 

Giorgio Consolini, Achille Togliani, Claudio Villa - uno dei cantanti più popolari d’Italia, molto conosciuto tra gli emigrati. Infatti fu invitato negli Stati Uniti in diverse fortunatissime tournée, a New York, San Francisco, poi a Toronto, all’Olympia di Parigi, riscuotendo sempre enormi consensi. Partecipò ai più importanti festival italiani come Sanremo, Napoli, Piedigrotta e Canzonissima. Incidendo per la “Fonit”, “La voce del padrone” e atre etichette brani di successo come Finalmente, Il mio cielo, Musica proibita, La mia canzone al vento, Come pioveva, Venezia mia.
Nella conferenza Agnese Sanna e Roberto Berlini hanno raccontato la storia della Musica italiana nella prima metà del 900 attraverso la genialità del Maestro Pippo Barzizza ed alla preziosa documentazione di trasmissioni radiofoniche degli anni ‘30 e ‘40. Marco Cavattoni, presidente dell’associazione dei Veneti a Roma ha tracciato invece la storia artistica di Luciano Virgili, facendo ascoltare brani diretti quasi esclusivamente dal Maestro Dino Olivieri.

Di seguito la gallery: