La Spiritualità Arcaica di Nick Petruccelli

spiritualita PetruccelliSabato 16 marzo 2019, nella sede della dell’Associazione Pugliese di Roma, presso l’UNAR, è stata inaugurata la mostra “Spiritualità arcaica” dell’artista di San Marco in Lamis Nick Petruccelli. Tra le opere dell’allestimento: Urlo (pietra marmorea del Gargano, 1975), Spiritualità arcaica (legno di noce, 1974),

Astratto-formale (inchiostro, 1973), Maschere tribali in legno e plastica, 1973, Spirito arcaico (acrilico e nitro,1978). L’artista e le opere sono state presentate dal critico d’arte foggiano Gaetano Cristino. Ha introdotto la serata Domenico Antonaci, presidente del sodalizio, che si è detto onorato di ospitare una mostra del prolifico artista pugliese. Nick Petruccelli è nato nel 1940 a San Marco in Lamis, dove attualmente vive e lavora. Nel 1960 emigra dapprima in Germania (Colonia) e successivamente in Australia dove si diploma alla scuola d’arte, Technical School di Melbourne, impadronendosi di numerose tecniche, dalla ceramica alla pittura, sino alla scultura. Tornato nel suo paese d’origine apre un suo laboratorio d’arte, sviluppa una ricerca espressiva, volta alla esplorazione archetipica della spiritualità, che chiama “spiritualità arcaica”, sperimentando l’utilizzo di materiale di risulta (motori fusi, ingranaggi dentati, gomme d’auto bruciate, ecc.). Sviluppa nel disegno il “Geometrico astratto”, traendo ispirazione per le sue opere dal patrimonio ancestrale della cultura Garganica. Più recentemente ha prodotto una serie di tele volte a denunciare il dramma e la follia umana nelle sue espressioni più assurde (foibe, Shoah). Nel 2011 ha partecipato alla Biennale internazionale d’arte di Firenze e nel 2013 ha tenuto una personale a New York, allo Studio 522, con il patrocinio dell’Istituto di Cultura italiana. Della sua opera si sono occupati numerosi critici e studiosi.

Di seguito la gallery: