L'Amb. USA Phillips all'UnAR

Foto di gruppo con l'amb. USA Phillips

 

John Phillips, ambasciatore USA in Italia ha ricambiato la visita del Fogolâr a Villa Taverna dello scorso anno. Una folta rappresentanza delle Associazioni regionali ha accolto calorosamente il diplomatico di origine friulana nella sede di via Aldrovandi.

Nel maggio 2014, l’Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia, John Phillips, accolse una delegazione guidata da Piero Pittaro, ancora presidente dell’Ente Friuli nel Mondo, dall’allora nostro vicepresidente Francesco Pittoni e da Fabrizio Tomada, per un incontro particolarmente desiderato e preparato dal presidente Adriano Degano. Quell’incontro si concluse con l’auspicio che l’Ambasciatore avrebbe ricambiato, presto, la visita alla nostra sede, nel dirimpettaio palazzo dell’UnAR.
Questo desiderio a distanza di un anno e mezzo si è di fatto concretizzato. Così l’UnAR, grazie ai contatti curati dal segretario Carnevali, ha potuto accogliere, giovedì 25 febbraio 2016, il diplomatico italoamericano.
Phillips, il cui cognome originario è Filippi, ha innanzitutto visitato i locali del Fogolâr Furlan ove, avvicinandosi alle ampie vetrate, è rimasto stupefatto della incredibile vicinanza con il complesso di villa Taverna. Da noi si gode di un’ampia vista sul curatissimo giardino all’italiana della villa. Si è passati
poi al Gremio dei Sardi e in Sala Italia, dove è stato accolto con un fragoroso applauso da tutti i presidenti delle Associazioni Regionali. Prima degli interventi di rito, si è esibito, con due Capricci di Paganini, il giovane violinista Giovanni Gibboni. Subito dopo ha preso la parola il segretario Carnevali,
che ha ricordato brevemente la storia della Casa delle Associazioni Regionali e la curiosa omonimia con il friulano Renzo Eligio Filippi, quarant’anni fa assessore alla Cultura capitolina, presso il quale nacque l’Unione. Carnevali ha poi evidenziato il ruolo delle associazioni nella promozione delle tradizioni regionali. Il presidente del Fogolâr Furlan, Pittoni parlando del Friuli, ha orgogliosamente sottolineato le origini friulane dell’Ambasciatore.
Infine il presidente Mastracchio ha esaltato la storica amicizia tra Italia e USA. Ha concluso gli interventi lo stesso Phillips che ha esordito dicendo di chiamarsi Giovanni Filippi come suo nonno, italiano emigrato dal Friuli. Ha elogiato la bellezza dell’Italia, incoraggiando le associazioni a continuare in questa importante missione divulgativa. Al termine gli è stata consegnata, in segno di amicizia, un’opera d’arte in bronzo della scultrice Paola Crema. La visita si è conclusa con una degustazione di prodotti tipici regionali.

Di seguito la galleria fotografica