Chi Siamo








 
L’UNAR è  l’unione delle Associazione regionali di Roma e del Lazio, cioè di quelle associazioni autonomamente costituite  dalle varie comunità regionali presenti nella  Capitale  e nel suo Hinterland per tener vive le tradizioni storiche, religiose, culturali ed economiche delle terre di origine.

Fondata nel 1976 come coacervo di comunità immigrate ciascuna con  propria sede, l'unione ha ora una sede ufficiale comune nella Casa delle Associazioni Regionali in locali concessi in uso dal Comune di Roma.
L’attività dell’UNAR procedeva abbastanza bene nonostante le diverse difficoltà e soprattutto la mancanza di sedi e di disponibilità finanziarie. Venne deliberato uno Statuto e l’UNAR riuscì a promuovere diverse iniziative.

Molte erano le idee e i programmi dell’UNAR, ma si doveva procedere a rilento anche per la mancanza di una sede sociale fissa. Essa si spostava di volta in volta presso l’abitazione o l’associazione del presidente di turno.
Ma la volontà era costante, per cui si potevano fare concreti passi verso un’unione operante con spirito di fraterna collaborazione.

L’obiettivo di una Casa comune fu raggiunto quando in Quirinale il 22 novembre 2004, in occasione del Premio Giovanni da Udine – Presenza friulana a Roma e nel Lazio, di fronte al Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, il dr. Degano pose, al Sindaco di Roma, on. Walter Veltroni, il problema della mancanza di una sede sociale collettiva per le associazioni regionali, tenuto conto che molte di queste ne erano sprovviste.

Il Sindaco accolse l’appello, e pochi giorni dopo convocò la Presidenza in ufficio. Vi andarono l’on. Romeo Ricciuti, il rag. Adriano Simonelli e gli ing. Carlo Mattiussi (in sostituzione dell’indisposto dr. Degano ) e Ferdinando Pellicciardi. In tale incontro il sindaco propose l’assegnazione dei locali di via Aldrovandi, 16.
Così finalmente nacque la Casa delle Associazioni Regionali, che deve essere sentita come casa comune indistintamente da tutte le associazioni aderenti all’UNAR.