Storia

L’idea di costituire una Unione delle varie associazioni regionali operanti a Roma venne in mente al dr. Armando Ravaglioli, quando era capoufficio stampa del Comune di Roma. Per dare impulso al progetto organizzò diverse riunioni durante il mandato del Sindaco Petrucci, che tuttavia  non si concretizzarono. L’iniziativa fu ripresa dal presidente del Fogolâr Furlan Adriano Degano nel maggio 1976 sull'onda della straordinaria solidarietà manifestata da tutte le associazioni in occasione del terremoto del Friuli. Nella sede dell’Assessorato alla cultura, col sostegno dell’assessore (di origine friulana) Renzo Eligio Filippi, Degano promosse una serie di incontri mediante i quali venne pianificata l’UnAR "Unione delle Associazioni regionali di Roma e del Lazio" che di fatto si costituì sul finire di quell'anno.

La Presidenza venne affidata al prof. Fernando Pedroni dell’associazione Famiglia Lombarda a Roma e la segreteria ad Adriano Degano, passata più tardi a Candido Comis da Aronco dell’Associazione Veneti. Quindi all'attivissimo Adriano Simonelli del nuovo Cenacolo Marchigiano, al dr. Mario Chianale (Piemontesi a Roma), successivamente al dr. Pasquale Mastracchio (Amici della Puglia), all' avv. Alessandro Carnevali (Ass. Romana della Ciociaria) e oggi al dr. Enzo Annicchiarico (Fogolâr Furlan)

La prima bozza di Statuto venne elaborata dal dr. Fabrizio Menghini presidente dell’associazione Fra i Romani e successivamente da Aldo Clemente. Lo Statuto prevedeva la rotazione della Presidenza tra le varie associazioni aderenti. Per cui dopo Pedroni, successero: il dr. Armando Ravaglioli (Famiglia Romagnola), dr. Fabrizio Menghini, cav. gran croce dr. Adriano Degano (Fogolâr Furlan) avv. Dario Di Gravio (associazione Abruzzesi) cav. gr.croce Aldo Clemente (ass. Triestini e Goriziani), gen. Duilio Benvenuti (Cenacolo Marchigiano) conte Enrico Locatelli (ass. Veneti), prof. Fausto Garofalo (Dea Roma) dr. Stefano Spataro (Ass. Trinacria) on. Romeo Ricciuti (ass. Abruzzesi) on. Giovanni Nonne (Gremio dei Sardi), dr. Graziano Moro (Ass. Veneti a Roma), Pasquale Mastracchio (Amici della Puglia) e ing. Francesco Pittoni (Fogolâr Furlan)