Caruso contro Lacan

Contro LacanMercoledì 2 ottobre 2019 in sede (via U. Aldrovandi 16, 2° piano) il Fogolâr Furlan, in collaborazione con il Centro Studi Psiche Arte e Società, ha presentato il libro Contro Lacan (Lithso Editore) di Amedeo Caruso, medico, psicoterapeuta, esperto in bioetica, giornalista. Ha dialogato con l'autore, originario di Tricesimo, la consigliera e attrice Tiziana Bagatella,

dopo i saluti porti al pubblico dalla coordinatrice delle attività culturali Anna Marcon. La prolusione dell'autore ha anche avuto, in onore dei suoi parenti giunti proprio dalla cittadina della provincia di Udine, una traduzione in lingua friulana fatta da Carmen Cargnelutti. Nel corso della serata è stato proiettato il filmato Lacan n’est pas furlan, montaggio video realizzato da Psicofuturisticafilm contenente una parodia del comico Crozza nei panni dello psicanalista lacaniano Massimo Recalcati e una piccola sequenza di una lezione universitaria di Jacques Lacan. Al termine della conversazione tra Bagatella e Caruso, è stato messo in scena una specie di processo virtuale al noto psicoanalista e filosofo francese. Hanno recitato nel simpatico siparietto-dibattito: Amedeo Caruso (accusa); Tiziana Bagatella (difesa); Giorgio Mosconi, psicologo e attento lettore di Lacan e Roberto Cantatrione, studioso di psicoanalisi (testimoni); un pentito, ex-analizzante lacaniano; il pubblico presente (giudice). In conclusione è seguito l'immancabile brindisi finale.

Di seguito la gallery: