Incontri Randagi

Incontri randagi

Giovedì 13 dicembre 2018, al Fogolâr Furlan di Roma, in occasione della festa di Santa Lucia, si è svolta la serata musicale Incontri randagi, dal titolo dell'omonimo lavoro (live in studio), autoprodotto e registrato nel 2018 al Sinis Waves Studio di Cabras, dalla cantautrice udinese Caterina Fiorentini.

 

La performance ha alternato musica e parole in una affabulante conversazione, nella quale poesia e racconti hanno dato corpo a paesaggi non solo geografici, ma anche dell'anima, suscitando emozioni e riflessioni che lì si radicano e da lì riaffiorano. È stata una serata molto d'atmosfera, una narrazione suadente, quasi una cantilena sulla festività di Santa Lucia, rievocata storicamente tra Venezia, Trieste e Udine. La Fiorentini, ormai triestina di adozione, è riuscita a restituirci il valore di questo giorno magico per i bambini. Ha saputo alternare ricordi della tradizione con brani del suo lavoro discografico, ascoltabile in streaming gratuito e integrale anche online. L'accompagnamento musicale alla chitarra di suo fratello Vincenzo e le note da lei prodotte alla fisamonica e al pianoforte hanno generato sonorità a tratti lounge-jazz. Questo ultimo loro lavoro musicale contiene diversi brani cantati in italiano e un omaggio anche in lingua friulana. Il pubblico è restato davvero incantato dalle interpretazioni di Caterina Fiorentini. Certo sono ormai lontani i meravigliosi spettacoli dei danzerini del Fogolâr organizzati per questa festività negli anni '70-'80 dall'ormai dimenticato Vittorino Frittaion, ma il sapore di quella nostalgia svanita è sembrata palpabile. La manifestazione, svoltasi con il patrocinio dell'Unione delle Associazioni Regionali di Roma e del Lazio, ha visto anche la collaborazione delle associazioni dei Triestini-Goriziani e dei Veneti a Roma. Sono infatti intervenuti il presidente dell'UnAR Antonio Masia, nonchè del Gremio dei Sardi, Marco Cavattoni, giovane presidente dell'associazione Veneti a Roma, e Giuseppe Ibrido del Cenacolo dei Siciliani. Ibrido ha rievocato la tradizionale festa di Santa Lucia a Siracusa, dove è venerata come patrona. Al termine sacchettini di cioccolatini e caramelle di ogni tipo sono stati distribuiti ad alcuni bambini presenti in sala. Agli adulti è toccato un generoso rifresco durante il quale sono stati scambiati i tradizionali auguri natalizi.

Di seguito la gallery: